Chi Siamo

Il Nostro Progetto

Il progetto complessivo di ONLUS COOPERATIVA SANT’AMBROGIO di Milano è il sostegno della qualità della vita delle persone con disabilità e disturbi specifici dell’apprendimento; si realizza attraverso la costituzione di una rete di servizi interni e il collegamento con risorse esterne che prende il nome di Settore Sociale (famiglie, scuola, territorio) molto orientata a:

  • I bisogni manifesti e inespressi delle persone con disabilità e con disturbi specifici dell’apprendimento
  • Accogliere e prendere in carico le famiglie con figli con diagnosi 104
  • Processi d’inclusione e di apprendimento per alunni in età scolare
  • Psicologia scolastica
  • Consulenza psicologica e psicoterapia
  • Sostegno alla genitorialità
  • Mediazione familiare
  • Sportello di consulenza psicologica per ragazzi, genitori e insegnanti in ambito scolastico
  • Screening dei disturbi dell’apprendimento
  • Valutazione dell’apprendimento
  • Trattamenti individuali per ragazzi con difficoltà e disturbi dell’apprendimento (DSA)
  • Interventi di prevenzione e sensibilizzazione
  • Formazione e supervisione a genitori, insegnanti e operatori del sociale

Scopo mutualistico

La Cooperativa, conformemente alla legge 381/1991, non ha scopo di lucro; suo fine è il perseguimento dell’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini attraverso la gestione di servizi socio sanitari ed educativi ai sensi dell’art. 1, lett. a) della legge 381/1991.

La Cooperativa s’ispira ai principi che sono alla base del movimento cooperativo mondiale ed in rapporto ad essi agisce. Questi principi sono: la mutualità, la solidarietà,

la democraticità, l’impegno, l’equilibrio delle responsabilità rispetto ai ruoli, lo spirito comunitario, il legame con il territorio, un equilibrato rapporto con lo Stato e le istituzioni pubbliche.

La Cooperativa, per curare nel miglior modo gli interessi dei soci e lo sviluppo socio economico e culturale delle comunità, deve cooperare attivamente, con altri enti cooperativi, altre imprese ed imprese sociali e organismi del Terzo Settore, su scala locale, nazionale e internazionale.

La Cooperativa intende realizzare i propri scopi sociali mediante il coinvolgimento delle risorse della comunità, e in special modo volontari ed enti con finalità di solidarietà sociale, attuando in questo modo l’autogestione responsabile dell’impresa.

La Cooperativa opera in forma mutualistica e senza fini speculativi tramite la gestione in forma associata dell’impresa che ne è l’oggetto, dando continuità di occupazione lavorativa ai soci alle migliori condizioni economiche, sociali e professionali.

Ai fini del raggiungimento degli scopi sociali e

mutualistici, i soci potrebbero instaurare con la cooperativa un ulteriore rapporto di lavoro, in forma subordinata o autonoma, o in qualsiasi altra forma ivi compresi i rapporti di collaborazione coordinata non occasionale. Le modalità di svolgimento delle prestazioni lavorative dei soci sono disciplinate da un apposito regolamento ai sensi dell’articolo 6 della legge 3 aprile 2001, n. 142.

La cooperativa si propone, nel contempo di far conseguire ai propri soci fruitori i servizi che costituiscono oggetto della sua attività.

Nella costituzione e nell’esecuzione dei rapporti mutualistici, gli Amministratori devono rispettare il principio di parità di trattamento nei confronti dei soci. In funzione della quantità e della qualità dei rapporti mutualistici, la parità di trattamento deve essere rispettata anche nella ripartizione dei ristorni.

La Cooperativa può svolgere la propria attività anche con terzi.

La Cooperativa aderisce alla Confederazione Cooperative Italiane.

La Cooperativa è iscritta all’Albo delle Cooperative, categoria “Cooperative Sociali” alla sezione Cooperative a mutualità prevalente.
Considerata l’attività mutualistica della Società, così come definita all’articolo precedente, nonchè i requisiti e gli interessi dei soci come più oltre determinati, la Cooperativa ha come oggetto:

il sostegno della qualità della vita delle persone con disabilità e disturbi specifici dell’apprendimento, presso proprie strutture o presso terzi attraverso la costituzione di una rete di servizi volta a:

supportare i bisogni educativi speciali delle persone con disabilità e con disturbi specifici dell’apprendimento, accogliere e supportare le famiglie con figli con diagnosi funzionali di cui alla Legge 104/1992 e successive modifiche ed integrazioni, attuare processi d’inclusione e di apprendimento per alunni in età scolare, fornire psicologia

scolastica;
Sportello di consulenza psicologica per ragazzi, genitori
e insegnanti in ambito scolastico;
Screening dei disturbi dell’apprendimento;

Valutazione dell’apprendimento;

Trattamenti individuali per ragazzi con difficoltà e disturbi dell’apprendimento (DSA);

Interventi di prevenzione e sensibilizzazione;

Sostegno alla genitorialità;

Mediazione familiare;

Formazione e supervisione a genitori, insegnanti operatori del sociale;

Consulenza psicologica e psicoterapia;

la formazione e l’addestramento, anche a mezzo di produzione e vendita di materiale formativo di ogni genere, del personale, seminari, stages e training, corsi di formazione e di addestramento in genere e di servizi educativi in genere e di servizi educativi destinati all’istruzione ed alla formazione dei giovani fino ai 18 anni, eventualmente utilizzando finanziamenti pubblici e privati; la progettazione e l’erogazione di eventi formativi, sia residenziali che FAD (formazione a distanza), dedicati ai professionisti della sanità, nell’ambito dell’educazione continua in medicina (ECM); la progettazione e l’erogazione di eventi formativi, sia residenziali che FAD (formazione a distanza), dedicati a professionisti iscritti ad Albi; progettazione ed erogazione di attività formative finalizzate all’inserimento lavorativo; assistenza nella fase di inserimento dei candidati; verifica e valutazione dell’inserimento e del potenziale dei candidati.

Ove nella superiore elencazione fossero riscontrabili attività riservate per Legge a soggetti muniti di necessari titoli professionali o autorizzati all’esercizio di specifiche attività in forza di particolari disposizioni di Legge, la Società si impegna a demandarne in ogni caso l’esecuzione a questi, i quali opereranno sotto la loro responsabilità;

in via non prevalente, la società potrà svolgere anche attività di: l’elaborazione, l’analisi, la valutazione dati e statistiche; l’elaborazione piani di sviluppo commerciale; il marketing, la gestione ed utilizzo delle reti e dei sistemi di telecomunicazione e comunicazione in genere e l’attività di call center; la valorizzazione delle risorse umane; la promozione e la cessione di servizi relativi alla telefonia, alle telecomunicazioni ed alle comunicazioni in genere; l’attività di ricerca e selezione del personale, attraverso autorizzazione rilasciata dal Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, come previsto dalla disciplina contenuta agli art. 4, 5 co. 5 del D.Lgs. 276/2003, ed iscritte in un apposito albo informatico ovvero: a) attività di consulenza di direzione finalizzata

alla risoluzione di una specifica esigenza dell’organizzazione committente, attraverso l’individuazione di candidature idonee a ricoprire una o più posizioni lavorative in seno all’organizzazione medesima, su specifico incarico della stessa, e comprensiva di:

analisi del contesto organizzativo dell’organizzazione committente;

individuazione e definizione delle esigenze della stessa; definizione del profilo di competenze e di capacità della candidatura ideale;

pianificazione e realizzazione del programma di ricerca delle candidature attraverso una pluralità di canali di reclutamento;

valutazione delle candidature individuate attraverso appropriati strumenti selettivi, formazione della rosa di candidature maggiormente idonee.

La società potrà inoltre compiere tutte le operazioni commerciali, industriali, mobiliari e immobiliari ritenute necessarie o utili per il conseguimento dell’oggetto sociale, e assumere partecipazioni e interessenze in altre società o imprese, prestare fideiussioni e garanzie reali o personali, anche a favore di terzi, compiere operazioni finanziarie, purché tali operazioni non siano svolte nei confronti del pubblico né in via prevalente, nel rispetto delle inderogabili norme di legge. Per il raggiungimento degli scopi sociali la Cooperativa potrà:

stipulare convenzioni con Enti pubblici e privati utili alla attuazione degli scopi anzidetti;

associarsi ad altre cooperative, consorzi e altre soggetti aventi o meno personalità giuridica per rendere più efficace la propria azione;

potrà altresì costituire fondi per lo sviluppo tecnologico o per la ristrutturazione o per il potenziamento aziendale, nonché adottare procedure di programmazione pluriennale finalizzate allo sviluppo o all’ammodernamento aziendale, ai sensi della legge 31 gennaio 1992 n. 59 ed eventuali modificazioni e integrazioni. Potrà infine, stipulare contratti per la partecipazione a gruppi cooperativi paritetici, ai sensi dell’art. 2545 septies del c.c., previa delibera dell’assemblea dei soci.

La Cooperativa può ricevere prestiti da soci, finalizzati al raggiungimento dell’oggetto sociale, secondo i criteri ed i limiti fissati dalla legge e dai regolamenti. Le modalità di svolgimento di tale attività sono definite con apposito Regolamento approvato dall’Assemblea dei soci. TITOLO III

Il nostro Staff & Volontari